Antidolorifici antinfiammatori

Analgesici anti-infiammatori sono usati per trattare l'artrite, distorsioni, mestruazioni dolorose, e di altre condizioni dolorose. La maggior parte delle persone non hanno problemi a prendere queste pastiglie. Tuttavia, alcune persone sviluppano effetti collaterali che a volte possono essere gravi. In particolare - se una cardiovascolare (cuore, ictus o una condizione dei vasi sanguigni) o di alcune malattie dell'intestino, oppure è una persona anziana, quindi questi farmaci sono prescritti con cautela e solo dove non ci sono alternative e alle dosi più basse e le durate necessari Nota.: se si sviluppano dolore addominale superiore, passare sangue o feci nere, sangue o vomito, allora smetta di prendere le compresse e consultare il medico il prima possibile o andare al pronto soccorso più vicino.

Antidolorifici antinfiammatori sono a volte chiamati farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), o semplicemente 'anti-infiammatori'. Ci sono oltre 20 tipi. Essi includono: Aceclofenac, acemetacin, l'aspirina (vedi anche sotto), celecoxib, dexibuprofen, dexketoprofene, diclofenac, etodolac, etoricoxib, fenbufen, fenoprofen, flurbiprofene, ibuprofene, indometacina, ketoprofene, acido mefenamico, meloxicam, nabumetone, naprossene, piroxicam, sulindac, tenoxicam e acido tiaprofenico. Ognuno di questi viene anche da marchi diversi.

Avete bisogno di una prescrizione per ottenere anti-infiammatori, a parte l'ibuprofene e aspirina, che è anche possibile acquistare in farmacia.

Articoli correlati

Antidolorifici antinfiammatori hanno due utilizzi principali:

  • Come antidolorifici. Anti-infiammatori sono usati per alleviare il dolore in varie condizioni, tra cui: dolori articolari, muscolari e dolori ai legamenti (ceppi e distorsioni), dolore periodo, dolori dopo le operazioni, mal di testa, emicrania, e di alcuni altri tipi di dolore. Dopo una dose singola, lavorano almeno così come il paracetamolo per alleviare il dolore. Un breve corso di un farmaco anti-infiammatorio è una opzione per facilitare periodi brevi di condizioni dolorose.
  • Per ridurre l'infiammazione. Con dosi regolari ripetute, ma riducono anche l'infiammazione. Questo può ridurre ulteriormente il dolore e la rigidità che si verifica a condizioni infiammatorie come l'artrite reumatoide. Quando viene utilizzato per ridurre l'infiammazione, si potrebbe non notare l'effetto massimo fino a 1-3 settimane dopo aver iniziato un corso di compresse.

Ibuprofene e aspirina sono utilizzati anche per abbattere una temperatura elevata. Basse dosi di aspirina è anche usato per aiutare a prevenire i coaguli di sangue che possono causare un attacco di cuore o ictus. (Vedere il foglio illustrativo separato chiamato 'aspirina e altri farmaci antiaggreganti piastrinici.)

Essi agiscono inibendo (blocco) l'effetto di enzimi (sostanze chimiche) chiamato ciclo-ossigenasi (COX), enzimi. Enzimi COX contribuiscono a rendere altre sostanze chimiche chiamate prostaglandine. Alcune prostaglandine sono coinvolte nella produzione di dolore e infiammazione in siti di lesioni o danni. Una riduzione della produzione di prostaglandine riduce il dolore e l'infiammazione.

Ci sono due tipi di enzimi COX - COX-1 e COX-2. E 'l'enzima COX-2 che è coinvolto principalmente nel fare le prostaglandine che sono coinvolti con il dolore e l'infiammazione. Antidolorifici antinfiammatori a volte sono classificati in due gruppi principali:

  • FANS non selettivi o standard. La maggior parte rientrano in questo gruppo, compresi diclofenac, ibuprofene, indometacina, e naprossene. Questi blocchi sia la COX-1 e COX-2 enzimi.
  • Coxib. Per esempio, celecoxib ed etoricoxib. Si tratta principalmente (selettivamente) bloccano solo il enzima COX-2.
Analgesici anti-infiammatori. se si sviluppano dolore addominale superiore, passare sangue o feci nere, sangue o vomito, allora smetta di prendere le compresse e consultare il medico il prima possibile o andare al pronto soccorso più vicino.
Analgesici anti-infiammatori. se si sviluppano dolore addominale superiore, passare sangue o feci nere, sangue o vomito, allora smetta di prendere le compresse e consultare il medico il prima possibile o andare al pronto soccorso più vicino.

E 'spesso la pena cercando paracetamolo prima di assumere un anti-infiammatorio. Paracetamolo è un buon antidolorifico, ed è meno probabilità di causare effetti collaterali. Sebbene paracetamolo non riduce l'infiammazione, è spesso preferito per la antidolorifico muscolare e condizioni comuni che causano dolore ma hanno poco infiammazione. Per esempio, osteoartrite.

Se si prende un antidolorifico antinfiammatorio, come regola si dovrebbe prendere la dose più bassa che è efficace, per il minor lunghezza di tempo che è possibile. L'obiettivo è di alleviare il dolore e l'infiammazione, ma con il minimo rischio di sviluppare effetti collaterali. Tuttavia, alcune persone prendono uno a lungo termine. Per esempio, alcune persone che hanno una artrite infiammatoria in cui un anti-infiammatorio dà grande sollievo dei sintomi. In questa situazione, la necessità di un trattamento a lungo termine deve essere esaminata da un medico di volta in volta.

Prima di iniziare un corso di un analgesico antinfiammatorio, il rischio di sviluppare gravi effetti collaterali cardiovascolari e intestino dovrebbe essere preso in considerazione (vedere sotto).

Antinfiammatori non alterano il corso di condizioni dolorose come l'artrite. Hanno solo alleviare i sintomi di dolore e rigidità. Tuttavia, questo può fornire ulteriore beneficio, perché, se il dolore è facilitato, potrebbe quindi essere in grado di muoversi più facilmente o utilizzare un giunto doloroso più facilmente. L'infiammazione e il dolore di vari tipi di artrite spesso vanno e vengono. Durante buoni incantesimi, quando i sintomi non sono troppo male, potrebbe essere non necessario prendere anti-infiammatori.

I diversi tipi di anti-infiammatori hanno pro e contro ed è per questo diverse persone prendono diversi. Per esempio:

  • Alcuni sono meno probabilità di causare effetti collaterali, ma potrebbe non essere così forte come gli altri.
  • Alcuni hanno bisogno di essere presi più spesso ogni giorno di altri.

Alcune persone trovano che una preparazione funziona meglio di un altro per loro. Se una preparazione non funziona molto bene all'inizio, poi uno diverso può funzionare meglio. Non è insolito per provare due o più preparazioni prima di trovare quello che fa per voi. Il medico può consigliare.

La maggior parte delle persone che assumono antinfiammatori non hanno effetti collaterali, o quelli solo minori. Se assunto in modo appropriato, il beneficio di solito supera di gran lunga i danni potenziali. In particolare, molte persone prendono un breve corso di un anti-infiammatorio per tutti i tipi di condizioni dolorose. Tuttavia, effetti collaterali, e talvolta molto gravi effetti avversi possibili, possono verificarsi. Quindi...

Fate leggere il foglietto che viene fornito con le compresse per un elenco completo di cautele e di possibili effetti collaterali. In particolare, verificare se avete una qualsiasi delle condizioni o assumere altri medicinali in cui è aumentato il rischio di effetti collaterali.

Per esempio, un importante avvertimento è che, in teoria, non si dovrebbe prendere antinfiammatori in caso di gravidanza. Inoltre, se avete qualunque (cuore, ictus o dei vasi sanguigni) condizione cardiovascolare, o di alcune malattie intestinali, o sono anziani, poi vengono prescritti con cautela e solo se non ci sono alternative, e alle dosi più basse e le durate necessari.

Quanto segue non è un elenco esaustivo, ma mette in evidenza alcuni dei più importanti effetti collaterali e avverte di essere a conoscenza.

Sanguinamento nello stomaco e intestino

Antinfiammatori volte causano il rivestimento dello stomaco a sanguinare. Questo perché i prodotti chimici (prostaglandine) che sono ridotte da anti-infiammatori sono coinvolti nel contribuire a proteggere il rivestimento dello stomaco dagli effetti della acido all'interno dello stomaco. A volte un ulcera allo stomaco si sviluppa. A volte emorragia è grave, e anche pericolosa per la vita. Le persone anziane sono più inclini a questo problema, ma può verificarsi in chiunque.

Pertanto, se si sta prendendo un anti-infiammatorio e si sviluppano dolori addominali superiori, passa nel sangue o feci nere, sangue o vomito, allora smetta di prendere le compresse e consultare urgentemente un medico, o andare al pronto soccorso.

Il rischio di sanguinamento nello stomaco aumenta se si sta assumendo un antinfiammatorio più warfarin, steroidi, o basse dosi di aspirina (utilizzato da molte persone per aiutare a prevenire un attacco di cuore o ictus). Queste combinazioni di farmaci dovrebbero essere usati solo se assolutamente necessario.

Alcune persone hanno bisogno di un antinfiammatorio per alleviare il dolore, e tuttavia sono ad aumentato rischio di sanguinamento dello stomaco. Ad esempio, le persone di età superiore ai 65 anni, o quelli con una storia passata di una gastrica o duodenale. In tali casi, un altro farmaco può anche essere prescritto per proteggere il rivestimento dello stomaco dagli effetti anti-infiammatori. Questo impedisce di solito il sanguinamento e ulcere da sviluppare se si prende un anti-infiammatorio. Un'altra opzione a volte considerato è quello di prendere un anti-infiammatorio che alcuni studi suggeriscono può eventualmente avere un più basso rischio di causare sanguinamento dello stomaco. Questi tipi di anti-infiammatori sono chiamati inibitori selettivi della COX-2 (descritto in precedenza). Tuttavia, non si deve prendere un inibitore selettivo della COX-2 se si ha una malattia cardiovascolari, come angina, infarto del miocardio (attacco cardiaco), ictus, malattia vascolare periferica, ecc

Problemi cardiovascolari

Gli studi hanno dimostrato che le persone che assumono antidolorifici anti-infiammatori hanno un piccolo ma significativo aumento del rischio di sviluppare un infarto del miocardio (MI o attacco cardiaco) o ictus. Anche se può verificarsi in chiunque, il rischio è principalmente in persone già noti per avere problemi cardiovascolari come angina o malattia vascolare periferica, e negli anziani. Forse il rischio più elevato è nelle persone che hanno avuto un infarto miocardico. Per esempio, uno studio di ricerca ha esaminato le persone che in precedenza aveva avuto un infarto. I risultati hanno mostrato un marcato aumento del tasso di un secondo MI nelle persone che stavano assumendo un antinfiammatorio rispetto a quelli che non lo erano.

Così, sembra che l'uso di analgesici antinfiammatori dovrebbe essere ridotto al minimo assoluto per le persone con malattie cardiache e altre malattie cardiovascolari.

Se hai l'asma, pressione, insufficienza cardiaca arteriosa alta o insufficienza renale

In alcune persone con asma, sintomi quali respiro sibilante o dispnea sono aggravate da anti-infiammatori. Se l'asma non improvvisamente peggiorare si dovrebbe fermare l'anti-infiammatorio e consultare il medico. Inoltre, anti-infiammatori possono a volte rendere ipertensione, scompenso cardiaco, o insufficienza renale peggio. Se avete una qualsiasi di queste condizioni, si può essere più attentamente monitorati se le viene prescritto un anti-infiammatorio.

Alcuni altri effetti collaterali che si verificano a volte includono:

Nausea (sensazione di malessere), diarrea, eruzioni cutanee, mal di testa, vertigini, nervosismo, depressione, sonnolenza, insonnia (poco sonno), vertigini (capogiri), e acufeni (rumori nell'orecchio). Se uno o più di questi si verificano che di solito facilitare fuori se si smette di prendere le compresse. Ci sono anche una serie di altri effetti collaterali non comuni - vedi il volantino nel pacchetto tablet per i dettagli.

Interazioni con altri farmaci

Che cosa sono gli antidolorifici antinfiammatori? Per ridurre l'infiammazione.
Che cosa sono gli antidolorifici antinfiammatori? Per ridurre l'infiammazione.

Analgesici antinfiammatori possono talvolta reagire nel corpo con altri farmaci, talvolta, a causare effetti nocivi. Pertanto, è meglio controllare con un medico o farmacista se sta assumendo qualsiasi altro farmaco prima di prendere un antidolorifico antinfiammatorio.

Se si pensa di aver avuto un effetto collaterale di uno dei tuoi farmaci, è possibile segnalare questo sul Yellow Card Scheme. È possibile farlo on-line al seguente indirizzo web: www.mhra.gov.uk / Yellowcard.

Il Yellow Card Scheme è usato per fare farmacisti, medici e infermieri a conoscenza di eventuali nuovi effetti collaterali che i farmaci possono aver causato. Se desideri segnalare un effetto collaterale, è necessario fornire informazioni di base su:

  • L'effetto collaterale.
  • Il nome della medicina che si pensa causato.
  • Informazioni sulla persona che ha avuto l'effetto collaterale.
  • I tuoi dati di contatto come il giornalista del effetto collaterale.

E 'utile se si ha il farmaco e / o il volantino che è venuto con esso con voi mentre si compila il rapporto.

In primo piano